Il mondo visto da un'orecchie a punta

Oh Kei!

A volte ritornano… sono alle prese con le immagini di Three, e prima ancora di lavorarci, ho iniziato a svogliare i miei bei volumoni di questo meraviglioso manga: non l’avessi mai fatto!!!
Il solo rileggere alcune pagine mi ha stretto il cuore, ed ora che sto lavorando sulle immagini di Rino e Kei non faccio altro che pensare alla loro storia, a quanto sia bella, complicata, triste e profonda.
Sto leggendo da qualche giorno Kaichou wa Maid Sama e sono caduta anch’io nella trappola di Usui, eppure rivedendo Kei, mi rendo conto di quanto la sensei Souryo sia ad un livello del tutto diverso dalle altre mangaka che fanno shojo. Nonostante sia pieno di cliches dovuti al genere a cui appartiene, Three è originale, è intriso di musica, passione e drammi umani, è così profondo che al pari di MARS scava dentro il cuore e lascia una stretta che continua ad attanargliarmi ogni volta che ripenso ai suoi protagonisti!
Questo è creare, è scrivere, è disegnare!
Quando qualcosa ti lascia dentro un sentimento così forte come i lavori di Fuyumi Souryo, significa che è fatto a regola d’arte! Non ho nemmeno la forza di rileggerlo ora, perché so quanto sono stata male, quanto mi sono arrabbiata e quanto mi sono sentita triste per Kei, anche se so che nel complesso quella storia è meravigliosa!
E intanto mi faccio del male ascoltando Minnie Riperton  mentre osservo i volti di Rino e Kei col Photoshop…..

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...