Il mondo visto da un'orecchie a punta

Little Ashes (Piccole ceneri)

Il nome Salvador Dalì è sempre stato sinonimo di genio e sregolatezza: è stato un’artista a cui nessuno rimaneva indifferente per l’originalità dei suoi modi, della sua vita e della sua arte. Purtroppo non sono riuscita a conoscerlo bene sui libri di scuola (la mia conoscenza della Storia dell’Arte ha purtroppo delle grosse falle dovute allo schifoso sistema scolastico in cui sono stata travolta), e men che meno conoscevo la sua vita e il suo carattere…….avevo quindi più di un motivo per vedere questo film.
Per fortuna poco prima che la connessione mi facesse ciao ciao con la manina, sono riuscita a trovarlo e oggi pomeriggio ne ho gustato la visione.
Dire che mi sono commossa è dir poco…alla fine ero in un mare di lacrime: è doloroso e poetico (n.d.s. sono riuscita anche a capire i dialoghi….chi non è inglese scandisce meglio le parole a beneficio di chi come me non è avvezza a quella lingua…ovviamente quando parlava Rob la situazione si complicava….)!
Che sia vero o presunto, l’amore tra Salvador e Federico è tragico come tutti gli amori omosessuali che non hanno avuto la fortuna di nascere in un periodo a loro più favorevole.
Amare, e non poter esprimere quest’amore per paura del giudizio altrui, per paura di sentirsi dannati, di sentirsi sporchi, quando ciò che si prova è così vero, intenso e puro…non è più una benedizione, e c’è bisogno di liberarsene, anche a costo di sentirsi male nel farlo, a costo di morire dentro. Eppure sarà un amore eterno, che vivrà sempre dentro il cuore e nei ricordi…
E poi l’atmosfera dell’Accademia, dove si respirava arte a 360°: scrittori, poeti, pittori…..tutti vicini tra loro, tutti pronti a scambiarsi le proprie idee, a progettare un futuro insieme, o a sentire il desiderio di cambiare il mondo……come avrei voluto essere lì con loro!
——–0000——————0000——————0000——–
Inutile dire che Rob è stato sublime: Salvador aveva un carattere complesso, introverso e insicuro che mascherava con i suoi atteggiamenti controcorrente, soffriva dentro di sè e cercava un suo posto nel mondo…Robert è unico nell’interpretare caratteri così complessi, è meraviglioso: sono passata dal ridere per i gesti buffi e assurdi, al pianto per i suoi momenti più tristi e strazianti…spero davvero che arrivi in Italia….non so se riusciremo a vedere questo film al cinema, ma almeno in dvd!
Non per l’italiano, ché tanto ormai lo sto dimenticando (come potrei ascoltare i doppiatori se poi mi perdo la sua voce???? E poi, a esserci il doppiaggio italiano!), ma perchè almeno sarebbe alla portata di tutti, perchè è davvero un bel film, e se non fosse stato per l’improvviso successo di Rob, sarebbe passato in sordina, come tutti i film interessanti che non hanno avuto una grande produzione alle spalle!
-0-0-0-
Piccole Chicche:
1. Rob in alcune scene dice delle parole in francese con un accento impeccabile….mmm…so sexy!
2. Avete mai immaginato Rob senza capelli?
Lo volete vedere? ^ ^
 

Image Hosted by ImageShack.us

Salvador Dalì – Cenicitas (Piccole Ceneri). 1928
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...