Il mondo visto da un'orecchie a punta

I comunisti mangiano i bambini…

In questi giorni sta girando in Internet una e-mail che allerta sul cannibalismo operato in Thailandia sui feti morti, a prova di ciò sono allegate delle immagine a dir poco aberranti. Sono rimasta sconvolta da quello che ho visto e sono corsa a informarmi se questo orrore è reale: ebbene chi ha deciso di scrivere quest’e-mail è un sadico o un razzista, perchè le scene sono tratte da una mostra di arte contemporanea, e l’e-mail stessa gira in rete dal 2001, con la variante sul popolo coinvolto (in origine erano i Taiwanesi).
Per di più la mostra si è svolta in Cina, per cui Thailandia e Taiwan non c’entrano un bel niente!
Purtroppo alcune immagini sembrano essere vere, perchè ormai pur di far parlare di sè, si arriva a compiere delle mostruosità sotto il nome dell’arte (ultimo l’esempio di Guillermo HabacucVargas che ha lasciato morire di fame un povero cane indifeso), ma per fortuna resta il gesto isolato ci uno scriteriato che meriterebbe la galera.
Per saperne di più su tutta questa nauseante storia, cliccate qui:
Annunci

Una Risposta

  1. Nicia

    Vivi cara..ormai con tutte queste catene nn si capisce mai se le cose sn vere o meno..e  su quelle più toccanti e più crude nn si dovrebbe scherzare…ma purtroppo lo sappiamo bene ke in giro c\’è tanta gente di…….BIP
    un grande uomo cmq disse: è mille volte meglio accendere un fiammifero nel buio che maledire l\’oscurità..x cui..nn facciamoci mai scoraggiare
    🙂
    ciao amica a presto!

    8 maggio 2008 alle 21:14

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...