Il mondo visto da un'orecchie a punta

27/02/2007

Cara prof,
a te, che non mi credevi  in grado di affrontare un liceo, che non mi ritenevi predisposta per la letteratura, che non mi hai dato la possibilità di capire il latino… a te ora penso, dopo aver superato l’esame di letteratura latina a pieni voti, e dopo aver letto il latino con appena un errore nell’accento.
Non ho imparato ancora il latino, e forse non lo imparerò mai, ma il riuscire a leggerlo bene grazie al solo istinto, mi fa pensare che forse una predisposizione verso quella lingua ce l’ho, e se tu mi fossi venuta un po’ incontro e avessi cercato di farmelo imparare, forse non avrei avuto oggi tutte le paure che avevo, e non mi sarei sentita  incompleta, pur sapendo che non avrei dovuto cimentarmi in una traduzione letteraria.
A te oggi dedico questi miei due esami, superati entrambi in modo splendido, come non avrei mai osato sperare; sono la mia piccola rivincita verso chi non mi reputava capace: invece lo sono prof, sono capace di imparare tutto se lo voglio, e se non fossi stata un’insicura tredicenne, avrei fatto altre scelte scolastiche che mi avrebbero dato di certo un aiuto maggiore negli studi e non mi sarei complicata l’esistenza come ho fatto… ma il passato è lontano e ormai andato, me la sono cavata lo stesso e nonostante i tuoi tentativi di distruggermi, ora sono fiera di me; quella bambina è stata riscattata.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...